Richiedi e prenota

Solo pochi passi vi separano dalla vostra vacanza all'ADLER Spa Resort DOLOMITI. Che abbiate già preso la vostra decisione o preferiate per ora solo richiedere informazioni, qui potete prenotare direttamente al miglior prezzo garantito o inviarci una richiesta senza impegno.
RichiediPrenotaPRENOTA ADLER FRIENDS
 

Interview con Silvia Mittelberger: sei curiosità sul rito in sauna

Silvia Mittelberger, Spa Manager all’ADLER Spa Resort DOLOMITI, ci rivela l’esperienza unica di partecipare ad un rituale in sauna, chiamato Aufguss.
 
La gettata di vapore o Aufguss consiste nel gettare dell'acqua sulle pietre del braciere, che a prima vista sembra piuttosto banale. Ma cosa rende speciale questa pratica?

L’Aufguss nasce dall'esigenza di ossigenare la sauna. In Finlandia si chiama "Gluthauch" (respiro luminoso), un termine che esprime molto bene la sensazione che si prova durante la gettata di vapore, una pratica molto apprezzata dai frequentatori delle saune e componente ormai irrinunciabile di aree benessere di livello.

Di norma, l'umidità nella sauna finlandese viene mantenuta il più bassa possibile, in quanto il corpo deve avere la possibilità di abbassare la propria temperatura attraverso la sudorazione, la quale permette l’espulsione dei liquidi in eccesso e di tossine. Durante la gettata di vapore, l'acqua o il ghiaccio vengono arricchiti di oli essenziali e versati sulla stufa e, evaporando, incrementano l'umidità, che si condensa sulla pelle, aumentando la percezione di calore. È proprio questo stimolo che induce le ghiandole sudoripare ad aumentare la loro attività. In altre parole, si suda molto di più. L’Aufguss intensifica questo effetto perché l’aria calda tende a salire verso l’alto. Pertanto, il compito del maestro di sauna è quello di indirizzarla verso gli ospiti tramite specifiche tecniche di ventilazione eseguite con l’asciugamano. L'Aufguss è generalmente un breve rituale che dura dai 8 ai 12 minuti.

Al di là degli effetti benefici sul corpo, la particolarità di questo rito consiste in un’esperienza multisensoriale, creata per i frequentatori dal maestro di sauna. La combinazione fra essenze profumate, musica di sottofondo e la performance del cosiddetto Aufgussmeister, crea una sensazione di relax e di benessere psicofisico che coinvolge i partecipanti e gli distrae dalla mera percezione di calore, aumentando così il piacere della seduta in sauna.


Esistono molti tipi di Aufguss. Alcuni puntano su esperienze tibetane, altri su effetti high-tech. Cosa possono aspettarsi gli ospiti dell'ADLER Spa Resort DOLOMITI da un rituale in sauna?

I maestri di sauna professionisti sono in grado di adattare il rituale al proprio "pubblico" e all'ambiente in cui si svolge. A seconda della tipologia di ospite, l’addetto sauna crea un’esperienza su misura, grazie all’impiego di oli essenziali, musica, strumenti e così via. Per il target ADLER proponiamo principalmente Aufguss rilassanti, accompagnati da musica dolce o dal suono delle campane tibetane, che poi sono i più apprezzati dai nostri ospiti.


Parliamo ora delle tecniche di ventilazione con l'asciugamano. È quasi come una performance quando il maestro di sauna si “esibisce”?

Il compito del maestro di sauna è quello di indirizzare verso i partecipanti l’aria calda, intrisa di oli essenziali, attraverso specifiche tecniche di ventilazione con l’utilizzo di un asciugamano. Possono essere impiegati sia semplici gesti, sia movimenti più complessi, come ad esempio lanci, a seconda del tema e dell’atmosfera che si vuole creare. La scelta musicale di sottofondo ha un ruolo importante nel rituale, in quanto il maestro di sauna muove l’asciugamano a ritmo di musica.

Il tema e le tecniche di ventilazione non influiscono sostanzialmente sui benefici dell'Aufguss. Tuttavia, la performance dell’Aufgussmeister è essenziale per coinvolgere e per catturare l’attenzione dell'ospite, distraendolo così dalla percezione del calore. La permanenza in sauna risulta così più piacevole, i minuti sembrano scorrere più velocemente.


Quanto deve essere caldo l’Aufguss in modo da potersi rilassare e non pensare: “speriamo che finisca presto”?

In generale, la sensazione di calore e la durata di una seduta in sauna sono del tutto soggettive; quindi, non esiste una temperatura standard per le gettate di vapore.

Nella sauna finlandese, dove di solito si svolgono gli Aufguss, la temperatura si aggira fra i 70-100 gradi e si fa attenzione a mantenere l'umidità relativamente bassa. Più in alto ci si siede nella sauna, più alta è la temperatura. Per coloro che non frequentano spesso la sauna, consigliamo di sedersi sui posti che si trovano più in basso ed una permanenza non superiore ai 8 minuti.

Man mano che l'acqua viene versata sul braciere, il tasso di umidità relativa sale al 30% circa. Poiché l'aumento dell'umidità frena la sudorazione, la percezione del calore aumenta, anche se in realtà la temperatura dell’ambiente diminuisce.

Cruciale è il ruolo dell’Aufgussmeister che, grazie alla sua performance, la scelta musicale e l’uso oli essenziali, cattura l’attenzione degli ospiti e rende il rito più piacevole. Il feedback dei nostri ospiti, relativo alle gettate di vapore, è più che positivo. Non sperano che l’Aufguss finisca quanto prima, anzi, chiedono appena terminato il rituale: “Quand’è il prossimo?”.


Cosa rende speciale la nuova area sauna dell'ADLER Spa Resort DOLOMITI, dal punto di vista architettonico e del design?

La nostra nuova area saune si contraddistingue per la scelta di materiali naturali del territorio. Sono stati impiegati, infatti, legni locali come l’abete rosso dei nostri boschi per la biosauna e la pietra di Fleres dell’Alta Valle Isarco per il rivestimento del bagno di vapore. Le pareti degli spazi tra le singole saune e dell’area relax sono invece rivestite di terre pisée (argilla pestata): un materiale assolutamente naturale che garantisce un impatto visivo molto gradevole, grazie ai suoi delicati toni naturali. L’architettura delle saune e la loro posizione idilliaca al centro di un laghetto immerso nel parco contribuiscono a rendere ancora più piacevole l'esperienza che si vive all’ interno.


Quali sono le essenze locali che vengono usate nell’Aufguss e quali i loro benefici?

Durante gli Aufguss impieghiamo anche oli essenziali naturali provenienti dal nostro territorio, tra cui abete, pino cembro, pino mugo e ginepro.

L’abete agisce positivamente sull’ambiente, è un ottimo antisettico contro virus e batteri presenti nell’aria. Favorisce la respirazione e lenisce congestioni, raffreddori e malattie legate all’inverno. Favorisce, inoltre, il rilassamento, in quanto agisce sul sistema nervoso.

Il pino cembro ha soprattutto proprietà calmanti, ideali per ottenere un effetto rilassante sul corpo e sulla mente. L’essenza esercita anche un effetto balsamico sulle vie respiratorie.

Il pino mugo ed il ginepro possiedono formidabili proprietà balsamiche ed espettoranti capaci di liberare efficacemente le vie respiratorie affette da tosse, bronchite e sinusite.


L'Aufguss andrebbe senz’altro provato!


Silvia Mittelberger
Spa Manager all’ADLER Spa Resort DOLOMITI