Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
Raffaele Porceddu
Maitré e Sommelier presso l’ADLER Spa Resort Thermae

Benvenuto Brunello 2013!

Montalcino, la patria del prestigioso Brunello, è un affascinante borgo a sud di Siena, arroccato su una collina e circondato da dolci rilievi e rigogliosi vigneti.
 
Brunello 2013: un'annata promettente
Qui, a pochi chilometri dall’ADLER Spa Resort Thermae, un particolare microclima permette alle vigne piantate a Sangiovese Grosso di dare vita a vini rossi intensi, longevi e dal sapore inconfondibile.

Come Maître e Sommelier dell’ADLER Thermae, all'inizio di ogni stagione mi appresto a rivedere la nostra carta dei vini. Mi occupo personalmente della selezione, cercando di offrire ai nostri ospiti una scelta possibilmente variegata, naturalmente con un occhio di riguardo per i prodotti del territorio, ma senza perdere di vista l'eccellenza dei vini.

Come amante del vino non disdegno certo un buon calice, di tanto in tanto - ad esempio degustando con il mio team le novità enologiche della stagione. Dopotutto, ognuno di noi deve essere a conoscenza non solo delle caratteristiche qualitative del Brunello, ma anche delle rigorose norme DOCG, che vengono applicate alla sua produzione: il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino monitora attentamente il livello qualitativo, con l'obiettivo di tutelare il buon nome di questo “Principe” tra i vini toscani, famoso in tutto il mondo. L’ immissione nel commercio è autorizzata dopo 5 anni dall’ anno della vendemmia (6 anni per la qualità Riserva), poiché solo una maturazione di 4 anni in barriques di rovere e un successivo affinamento in bottiglia per almeno un anno, gli permettono di sviluppare quell’ intensità che lo rende così unico e speciale.

Già sin d’ora l’annata è caratterizzata da una struttura ben articolata: il sapore vellutato e armonioso, abbinato ad una brillante tonalità rosso rubino e un "lungo naso" – termine caro agli esperti per indicare il suo tipico profumo intenso, con sentori fruttati e di sottobosco. Tannini e acidità sembrano ben bilanciati, la sua robustezza promette longevità. Perfettamente in linea con la grande tradizione, anche questa annata si contraddistingue per carattere e raffinatezza. Certo, particolarità in base all’altitudine, all’esposizione delle vigne, nonché la tecnica di produzione del singolo coltivatore possono incidere sulla qualità, ma personalmente non ho trovato differenze di espressione rilevanti rispetto alle annate Top del 2010 e 2012, già premiate con le ambite 5 stelle. E, poiché questo vino sviluppa il suo potenziale con il passare degli anni, penso proprio che ci riserverà ancora qualche piacevole sorpresa.

In tal senso, vi invito ad assaggiare in occasione del vostro prossimo soggiorno presso l’ADLER Thermae le nostre "Perle rosse", Brunello di Montalcino 2013, Brunello Riserva 2012 e Rosso di Montalcino 2016, che consiglio di abbinare a carni rosse, formaggi saporiti come il pecorino toscano, selvaggina, a piatti a base di funghi o dal sapore tartufato. Ma date le sue peculiarità il Brunello è adatto a essere degustato anche lontano dai pasti, come ottimo vino da meditazione.