Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
Giuseppe Basta
Enologo nella Tenuta Sanoner

Olio d’oliva - l’oro verde della Tenuta Sanoner

La Tenuta Sanoner, oltre alla produzione di vini AETOS, ha iniziato a produrre anche Olio extra vergine di oliva AETOS.
 
Le olive, coltivate secondo il metodo biologico, vengono selezionate e raccolte in anticipo per mantenere basso il livello di acidità. Il colore è di buona intensità e contemporaneamente delicato e all’olfatto e al gusto è un olio fruttato.

L’olio d’oliva viene considerato pregiato come il latte d’asina al tempo di Cesare e Cleopatra, l’olio d’oliva nei secoli è stato utilizzato per curare malattie della pelle, emicranie e dolori gastrointestinali. Prima che diventasse un prodotto alimentare dovette passare ancora molto tempo. In Toscana crescono bene le olive, anche il vino è buono la Val d’Orcia e Toscana sono un habitat eccezionale. Ciò grazie alla particolare composizione del terreno, fatto di argilla, sabbia e trachite, una roccia vulcanica ricca di minerali.

AETOS Olio Extra Vergine di Oliva biologico Viene prodotto dalle seguenti varietà:

FRANTOIO:
Ruvida, esuberante, vivace. Si tratta di una particolare varietà di oliva di origine toscana attualmente diffusa su tutto il territorio nazionale. L’oliva Frantoio, verde scura con sfumature dorate, è aromatica e piccante e sprigiona vari sentori tra cui carciofo, mandorla, mela acerba, e foglie di olivo. Caratteristica: pizzica in gola

MORAIOLO:
La pianta di olivo più diffusa in Umbria vanta una grande adattabilità. Mostra infatti una buona resistenza al vento e alla siccità, pur essendo sensibile alle basse temperature. Il suo olio è apprezzato per il sapore fruttato con sfumature di amaro e piccante e con vari sentori di mandorla, salvia e origano.

CORREGGIOLO:
Antica varietà toscana sporadicamente coltivata e talvolta confusa con la Frantoio da cui differisce per alcuni caratteri. Il frutto è più allungato e irregolare, caratterizzato da una maturazione più tardiva e diffusa nel tempo. Molto apprezzata per le caratteristiche produttive e per l’eccellente qualità dell’olio fruttato e piccante.

PENDOLINO:
Varietà molto diffusa, è conosciuta in tutta Italia per le piante caratterizzate da rami fruttiferi molto lunghi, flessuosi e pendenti che conferiscono agli alberi il portamento caratteristico che ne giustifica il nome. L’olio è una delizia per il palato, una sinfonia tra dolce e amaro.

LECCINO:
Si tratta della cultivar probabilmente più conosciuta e più diffusa non solo in Italia ma anche nel mondo. Le piante di Leccino sono vigorose e hanno un elegante portamento espanso che le fa apprezzare anche come ornamentali. L’olio dei suoi frutti è dolce e fruttato. Resiste anche alle basse temperature.

MAURINO:
Gli alberi di medie dimensioni, con chioma espansa e particolarmente densa, sono apprezzati anche per le loro caratteristiche estetiche. I frutti, con l’avanzare della maturazione, mutano il colore dal verde al viola. L’olio che se ne ottiene è di eccellente qualità, fruttato, mite e armonico.

L’olio biologico extra vergine d’oliva AETOS è adatto per i condimenti di cibi crudi (come le varie insalate) o per la marinatura dei pesci. Oltre ad accompagnare il pane e ad arricchire i piatti, lo utilizziamo volentieri anche per i nostri dolci.